COSA FARE ?

Il territorio Lariano, offre tante diverse attività che possono soffisfare la curiosità e le passioni dei nostri Ospiti, è innegabile che la stagione migliore per il turismo all'aria aperta inizia dalla Primavera fino ad Estate inoltrata.

La Navigazione dei Laghi permette di attraversare le sponde del Lago di Como con battelli e aliscafi con partenze da Lecco ma con una maggiore frequenza di partenze da Varenna, facilmente raggiungibile in 20 minuti di auto o di treno. Ciascun ramo del Lago di Como, ha le sue Ville con giardino botanico visitabili in Primavera/Estate, il ramo Lecchese con Villa Melzi e Villa Monastero e il ramo Comasco con Villa Carlotta e Villa Balbianello.

Gli appassionati di ciclismo posso rivivere la gesta dei Campioni Italiani di un tempo, un tragitto molto suggestivo è quello che costeggia il lago partendo da Lecco in direzione di Bellagio dove iniziano le salite ripide che culminano alla Madonna del Ghisallo, luogo perfetto per riprendere fiato visitando l'antica chiesetta piena di cimeli di Coppi, Bartali, Moser, Pantani e tanti altri, immancabile una visita al Museo del Ciclismo del Ghisallo.

Altri due diversi e pianeggianti percorsi per la bicicletta, entrambi immersi nel verde e lontani da traffico e rumore, il primo a SUD di Lecco con la Pista Ciclabile del fiume Adda che costeggia l'ononimo fiume, 50km e oltre dai Navigli Milanesi fino a Lecco e il secondo a NORD con il nuovo Sentiero Valtellina, oltre 100km di pista ciclabile che da Colico, punta estrema del Lago di Como, portano fino a Bormio in Valtellina.

Non mancano le attività più divertenti per i bambini, ai Piani Resinelli a venti minuti di auto da Lecco, si possono trovare due attrazioni l'una di fronte all'altra, il Parco Avventura Resinelli con percorsi di facile e media difficoltà per grandi e piccoli e il Parco Minierario dei Resinelli per entrare accompagnati da una guida esperta nella pancia della montagne esplorando muniti di caschetto e stivali i cunicoli e passatoie frequentati talvolta da bizzarri folletti.

A Perledo, a pochi tornanti sopra Varenna si trova un'altra interessante luogo apprezzatissimo dai bambini, il Castello di Vezio affascinante location con una vista mozzafiato dove tutti i pomeriggi si tiene una esibizione di volo con falconeria, rapaci come Gufo, Poiana, Falco e Barbagianni in volo e sullo sfondo la magnifica scenografia del Triangolo Lariano. 

Risalendo il lago fino a Colico si possono trovare due altre interessanti mete, il Forte Montecchio una struttura militare ancora intatta realizzata nel 1914 durante la Prima Guerra Mondiale con il fine di difendere l’invasione dai vicinissimi confini Elvetici da parte dell'esercito Germanico e Austro-Ungarico, è possibile visitare l’intero edificio e salire sul tetto dove i 4  possenti cannoni presidiavano la Valtellina e la Valchiavenna.

Sul lungolago di Colico è anche possibile noleggiare piccole barche elettriche che per la loro facilità d’utilizzo non richiedono la patente nautica cosi da vivere un’esperienza rilassante e insolitamente silenziosa tra la fauna della Riserva Naturale di Pian di Spagna dove il fiume Adda sfocia nel Lago di Como.

prev next

A metà della strada che riporta a Lecco si trova Bellano, piccolo paesino lacustre dove sono stati ambientati i più famosi bestseller di Andrea Vitali scrittore bellanese che ha esportato nel mondo le sue Storie di lago, una pausa a Bellano deve comprendere anche l’Orrido, una gola naturale creata dal fiume Pioverna le cui acque nel corso dei secoli hanno modellato la roccia creando suggestivi anfratti, una passerella consente di avvicinarsi alle cascate più suggestive.

Anche i bikers amano percorrere le sinuose curve che costeggaino l'intero perimetro del Lago di Como, non a caso a Mandello del Lario nasce uno dei gloriosi marchi italiani di motociclette, la Moto Guzzi che tutti gli anni nel primo week end di Settembre, apre le porte della sua fabbrica radunando moticiclisti di tutte le età provenienti da tutta l'Europa invadendo l'intero ramo Lecchese di motociclette, nuovissime e luccicanti o rari modelli d'epoca.

La città di Lecco ha una centenaria tradizione legata alla montagna, primo tra tutti l'alpinista di origine veneta Riccardo Cassin che nel 1926 si traferisce a Lecco diventando uno dei primi scalatori Italiani capaci di scalare le pareti più impervie del Nord Italia fino ad arrivare alle vette internazionali come Himalaya e K2, Lecco onora questa tradizione con l'Osservatorio Alpinistico Lecchese mostra permanente dicata alla montanga e situata nel Palazzo delle Paure in pieno centro città, luogo dove si svolgono anche le migliori mostre temporanee.

Le montagne sono però accessibili anche dalle famiglie con bambini, ai Piani d’Erna tramite la funivia ai piedi del Monte Resegone raggiungibile dal Lecco in 5 minuti di auto o con il bus n.5 urbano di Linee Lecco, una volta arrivati in cima è possibile mangiare presso il Rifugio Stoppani e il Rifugio Marchett oppure approfittare degli ampi prati per un pic-nic, per smaltire i piatti di polenta e funghi è possibile passeggiare in tutta sicurezza lungo il sentiero ad anello arrivando fino al Parco Avventura Piani d’Erna.

Per gli amanti del vento Lecco e dintorni propongono attività sportive come il wind surf e kite surf o la canoa, a Dervio si può noleggiare tutta l’attrezzatura necessaria o prendere qualche lezione presso il Fun Surf Center, Dervio offre anche una delle spiagge più ampie del lago dove rilassarsi al sole sorseggiando una bevanda nei bar sulla spiaggia.

Un giro in barca è d'obbligo, ammirare Lecco da un punto di vista differente è un'esperienza che non può mancare e sul nostro Lungo Lago c'è il servizio di Taxi Boat disponibile quasi tutto l'anno mettendo a disposizione piccole e medie imbarcazioni per brevi tour di 40 minuti sul bacino Lecchese oppure per gite di un intera giornata sul Lago di Como.